Quale lingua scegliere?

Quale lingua scegliere?

Il mondo del lavoro non parla solo inglese.

8 Ago, 2017
314 views

Non è un mistero che le competenze linguistiche siano fondamentali per migliorare la propria carriera: saper parlare, spiegare e negoziare in altre lingue ci rende più facilmente collocabili sul mercato del lavoro e aumenta le possibilità di avere uno stipendio più alto.
Quindi che voi aspiriate ad una posizione per un lavoro all’estero o in un’azienda italiana, conoscere più di una lingua sarà sicuramente vantaggioso.

Ma quale lingua scegliere?
Non è sempre semplice scegliere una lingua. L’opzione più comune è imparare una delle lingue più parlate al mondo, come l’Inglese, che offre la possibilità di valutare un’ampia gamma di ruoli diversi e di Stati dove è richiesta e utilizzata questa skill. In questo caso, però, la competizione sarà molto serrata e dovrete far ricorso ad altre capacità.
L’altra possibilità è invece di focalizzarsi su una lingua meno conosciuta, magari più difficile da imparare, ma che potrebbe essere maggiormente utile in quanto vi permetterà di distinguervi.

Ecco le caratteristiche delle lingue principali in rapporto al mondo del lavoro:

Inglese
È un vero e proprio passepartout se volete lavorare all’estero, una delle lingue base richieste, indipendentemente dal ruolo cercato e dagli obiettivi professionali. È anche una lingua importante nel campo accademico e potrebbe aprire le porte delle Università. Infine, l’inglese può aiutarvi durante i viaggi ed è utilissimo se siete appassionati di pop culture...  La vita non è solo lavoro, dopo tutto!

Francese
Il francese è una delle lingue ufficiali in 29 paesi del mondo ed è parlata da oltre 220 milioni di persone, la maggior parte delle quali vive nell’Europa occidentale e in Africa.
È una delle lingue ufficiali delle organizzazioni internazionali, come ONU, UNESCO, NATO, FIFA , WHO. Anche i Giochi Olimpici utilizzano il francese come uno degli idiomi ufficiali e l’UE l’ha scelto come una delle lingue procedurali.
Se volete intraprendere una carriera diplomatica o volete lavorare su progetti in o con l’Africa, il francese è un must. Senza dimenticare che il francese è anche la lingua dell’alta moda e del lusso e può aprire le porte ai brand della haute couture.

Spagnolo
Con oltre 300 milioni di persone madrelingua, non solo avrete diverse occasioni per praticare le vostre competenze linguistiche in splendide destinazioni del mondo, ma potrete beneficiare anche di diverse opportunità professionali.
Così come il francese, anche lo spagnolo è una delle lingue ufficiali di molte organizzazioni internazionali ed è una delle più diffuse sul web. Di sicura utilità per chi pianifica una carriera nel campo medico o in ambito assistenzuale sociale.

Tedesco
I madrelingua sono circa 100 milioni e il tedesco che viene utilizzato in Germania è l'idioma più largamente utilizzato in Europa.
La Germania è la più grande e forte potenza economica in Europa e la quarta nel Mondo. Per un utilizzo ottimale della lingua tedesca, vi consigliamo di combinare i vostri studi con una carriera in ambito scientifico, finanziario, letterario o ingegneristico.

Cinese mandarino
La Cina vanta una delle economie più importanti del mondo, fonte di opportunità di business e impiego. Il cinese mandarino è, inoltre, la lingua madre di oltre 800 milioni di persone nella Repubblica Popolare Cinese e a Taiwan ed è utilizzata anche in Indonesia, Hong Kong, Thailandia, Malesia , Singapore, Brunei, Mongolia, e Filippine, paesi con una forte comunità cinese.
Il mandarino come seconda lingua è indicata per chi è interessato a una laurea in economia e commercio o turismo e per chi ambisce a una carriera nel campo manifatturiero.

Giapponese
Nonostante le dimensioni, il Giappone è una delle economie più ricche e più innovative del mondo, specialmente nei settori dell’elettronica di consumo e della robotica. Tutto quello che ha a che fare con la manifattura , l’ingegneria o la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti va di pari passo con la lingua giapponese.
Il Paese, inoltre, esporta e importa molti beni e questo aumenta le opportunità di contatto con le aziende giapponesi.

Ogni lingua ha sicuramente dei punti di forza in ambito lavorativo, ma ricordate che la motivazione principale per scegliere una lingua straniera, deve essere la passione. Parola di EF Education First.

InfoJobs non controlla preventivamente i commenti che vengono pubblicati in questa sezione. Confidiamo nel rispetto e buonsenso di ciascuno. Vi chiediamo di segnalare a candidati@infojobs.it eventuali commenti inopportuni, che verranno prontamente rimossi.