La prima vacanza studio all'estero

La prima vacanza studio all'estero

Manuale d'uso per trascorrere un'estate indimenticabile.

8 Giu, 2016
286 views

L’estate è dietro l’angolo e per molti di voi questo coincide con la prima vacanza studio all’estero. Che emozione! Siamo certi che vivrete un’esperienza indimenticabile, ma sappiamo anche che è naturale essere un pò ansiosi ed avere qualche domanda sul viaggiare all’estero e vivere in un nuovo paese. Ma niente paura, ecco alcuni consigli per trascorrere davvero l’estate più bella della vostra vita!

1. Dire sì
Ogni giorno sarà ricco di nuove esperienze, ma starà a voi trarne il massimo beneficio. Quando non siete sicuri che una nuova attività faccia al caso vostro, provatela; siate aperti alle novità. Mi raccomando: ritornate a casa senza rimpianti!

2. Accettare le differenze
Altra routine, altro cibo, tempo imprevedibile… molte cose saranno diverse dalle comodità di casa vostra. È quindi molto importante che vediate queste differenze in modo positivo, perchè dopotutto esse fanno parte del divertimento dello studiare all’estero e poi solo accettandole, scoprirete quello che rende il vostro paese ospitante così speciale.

3. Concentrarsi sul presente per affrontare la nostalgia di casa
È naturale sentire la mancanza delle abituali sicurezze ed avere un pò di nostalgia, succede anche ai viaggiatori più esperti. Il trucco è quello di concentrarsi sul presente uscendo con gli amici, andando ad esplorare nuovi posti e facendo conversazione con i vostri insegnanti o con la famiglia ospitante.

4. Fare domande
Non esitate a fare domande sulla vita nella vostra destinazione, vi aiuteranno a comprendere la cultura del posto. Perchè gli inglesi amano prendere il tè? Cos’è un Weisswurst?!… non ripartite senza prima averlo scoperto.
 
5. Parlare la lingua del posto

Per poter entrare in maggiore sintonia con la propria destinazione è molto importante non solo fare domande sul paese ospitante, ma anche farle nella lingua locale. Inoltre, ogni interazione con la gente del posto rafforzerà la vostra padronanza linguistica, dato che il modo migliore per imparare è proprio quello di sperimentare la vita di tutti giorni nel vostro paese ospitante.

6. Scoprire le abitudini locali
Usanze, buone maniere, sono tutti aspetti che possono creare problemi ad un viaggiatore, facendogli fare delle gaffe culturali. Per evitarle, informatevi prima di partire su quelle più comuni e una volta a destinazione osservate la gente del posto e in caso di dubbio non esitate a chiedere delucidazioni.

7. Mettere giù il telefono
Fare partecipi amici e parenti dei fantastici momenti che si stanno vivendo, fa sicuramente parte del viaggio, ma restando incollati a quel piccolo schermo, rischierete di perdervi il mondo il mondo intorno a voi. Perciò mettete da parte lo smartphone e chiacchierate piuttosto con i nuovi amici/famiglia ospitante/insegnanti: vi mostreranno sicuramente molte cose più interessanti di quanto potrete trovare su Instragram…

Originiario del sud-ovest dell’Inghilterra, ho scambiato la terra degli scone con l’elegante città svizzera di Zurigo. Non c’è niente che amo di più che esplorare nuovi luoghi, e questo è sempre un’avventura considerando il mio terribile senso dell’orientamento. Attualmente lavoro come copywriter, ma è facile incontrarmi mentre assaggio cioccolato svizzero (qualcuno lo deve pur fare) e parlo di calcio - Simon, copywriter EF.
In collaborazione con EF Educational First

 

InfoJobs non controlla preventivamente i commenti che vengono pubblicati in questa sezione. Confidiamo nel rispetto e buonsenso di ciascuno. Vi chiediamo di segnalare a candidati@infojobs.it eventuali commenti inopportuni, che verranno prontamente rimossi.