Come richiedere il certificato di invalidità

Come richiedere il certificato di invalidità

Procedure, documenti e modalità per effettuare la domanda.

24 Gen, 2017
1.411 views

L’evoluzione terminologica sulla disabilità ha fatto sì che, attualmente, il termine “invalido” conosca una fase recessiva a favore di una definizione più adeguata. Oggi si parla infatti di persone con disabilità; persone appunto, prima di tutto, che avendo una qualsiasi forma di disabilità, abbiano di conseguenza anche delle esigenze specifiche.

Secondo quanto prevede la Convenzione ONU sui diritti delle Persone con disabilità, non è più soltanto la condizione in sé a determinare il grado di benessere personale ma piuttosto l’interazione con l’ambiente, che assume dunque una decisa rilevanza per favorire o meno la nostra partecipazione alla vita sociale, economica, ecc.

Resta inteso che, nel linguaggio giuridico e medico, il termine “invalidità” mantiene tutto il suo peso in quanto, una volta che questa condizione sia stata certificata, è possibile accedere ad agevolazioni in ambito scolastico, sul lavoro e a livello di benefici fiscali. In un Paese come l’Italia, che talora costringe a percorsi lunghi e complicati i cittadini che vogliono veder riconosciuto uno stato di fatto o un diritto, ottenere l’accertamento dell’invalidità può sembrare un’operazione piuttosto difficile.

Il primo consiglio che possiamo dare, ancora prima di enunciare alcuni punti di partenza, è quello di non dimenticare il ruolo e i compiti del proprio medico di base, che ha anche le competenze per guidare gli assistiti verso percorsi specifici. Inoltre, chi è già vicino alle associazioni che tutelano le persone con disabilità può contare sui referenti esperti in materia, che conoscono molto bene le pratiche burocratiche da seguire e possono offrire ai propri associati anche un supporto per la gestione delle stesse.

È di sicuro aiuto il portale Superabile dell’INAIL che, sul tema, offre schede molto dettagliate proprio per dare risposte precise alle continue, e crescenti, domande degli utenti. Vogliamo, in questa sede, rimarcare alcuni punti che ci sembra importante siano ben compresi da chi si accinge a fare una domanda per l’accertamento dell’invalidità.

Chi può presentare la domanda?
Ogni persona maggiorenne o minorenne a cui sia stata riscontrata una malattia o una menomazione di tipo fisico, fisiologico o psicologico, allegando la documentazione sanitaria in possesso.

Chi è deputato a valutare la domanda?
Una commissione integrata dell’Asl e dell’INPS, l’unica deputata ad esprimersi sul riconoscimento dell’invalidità, ma anche sullo stato di handicap (eventualmente con gravità). Attenzione: si può avere un’invalidità certificata ma non vedersi riconosciuto lo stato di handicap (Legge 104/92). I due aspetti non vanno confusi!

Come si inoltra la domanda di invalidità?

A partire dal 2010 la domanda si trasmette esclusivamente all’INPS per via telematica: non ci sono altre modalità per questa richiesta. Il cittadino interessato può inoltrare la domanda in autonomia purché sia dotato del PIN di accesso.

Quali documenti bisogna presentare?

Sempre per modalità telematica, come si diceva poc’anzi, va allegato il certificato medico redatto dal medico di base in formato digitale: si tratta di un modello di certificato appositamente creato per la domanda in essere.
A procedura telematica conclusa, il cittadino richiedente otterrà la ricevuta e quindi la convocazione alla visita.

In collaborazione con Jobmetoo

InfoJobs non controlla preventivamente i commenti che vengono pubblicati in questa sezione. Confidiamo nel rispetto e buonsenso di ciascuno. Vi chiediamo di segnalare a candidati@infojobs.it eventuali commenti inopportuni, che verranno prontamente rimossi.